biogas/BIOMASSA/
biometano

progettazione

Con riferimento al settore biogas, biometano e trattamento F.O.R.S.U. la Sistemi Energetici SpA, grazie alla comprovata esperienza del suo organico, può garantire un supporto completo e qualificato durante tutte le fasi di realizzazione dell’impianto dalla progettazione alla messa in esercizio.

– Studio fattibilità tecnica ed economica
– Consulenza finanziaria
– Iter autorizzativo necessario all’ottenimento dell’incentivo
– Progettazione strutturale ed impiantistica
– Coordinamento del cantiere
– Gestione sicurezza e antincendio
– Sviluppo pratica GSE

progettazione
digestori biogas Sistemi Energetici S.p.A.

tecnologia applicata - opere civili

Le opere murarie accessorie, base dell’impianto, sono predisposte per rendere il processo efficiente, affidabile e funzionale. Così che, scelte in modo razionale, siano in grado di semplificare le lavorazioni quotidiane e le manutenzioni ordinarie e straordinarie presenti e future.

pretrattamento f.o.r.s.u.

Lo scopo del pretrattamento della F.O.R.S.U. (frazione organica rifiuti solidi urbani), è quello di abbattere la presenza degli inerti nella stessa, affinché il prodotto sia idoneo per la fase successiva di digestione anaerobica.
I trattamenti che vengono applicati alla F.O.R.S.U. vanno dalla sezione di ricezione, ai trattamenti di separazione, vagliatura, diluizione e omogeneizzazione. Ogni sistema viene studiato e
progettato in base alla tipologia di F.O.R.S.U. da trattare.

caricamento matrici organiche

Per evitare effetti di stratificazione immerse o galleggianti durante la fase di digestione, le matrici vengono opportunamente miscelate in vasche dedicate corredate da miscelatori e sensoristica. Pompe idonee provvedono al carico.

Infine, prevediamo anche l’utilizzo di tramogge dedicate al caricamento di substrati solidi. Queste, infatti, sono munite di appositi sistemi di pesatura, omogeneizzazione e convogliamento.

allestimento dei digestori per la produzione di biogas

I digestori per la produzione di biogas, sono allestiti con uno specifico sistema di riscaldamento a parete, al fine di migliorare ed efficientare lo scambio termico, tra la massa da riscaldare e il fluido riscaldante.
Con un ridotto consumo energetico e una consolidata affidabilità, i nostri sistemi di miscelazione, applicabili alle più svariate tipologie di substrati, permettono un elevato grado di omogeneizzazione. Il biogas prodotto dalla fermentazione anaerobica, è accumulato e recuperato in appositi gasometri del tipo a doppia membrana.
Impieghiamo i più moderni sistemi di controllo, elaborazione e gestione dei parametri di funzionamento. Così da consentire agli operatori di gestire l’impianto con facilità ottenendo sempre le massime prestazioni possibili.

Digestore biogas

unità cogenerativa dell'impianto biogas

La trasformazione in energia elettrica e termica del biogas prodotto dalla fermentazione avviene mediante l’utilizzo di motori endotermici efficienti di ultima generazione.

upgrading del biogas

Il processo di upgrading del biogas deriva dalla fermentazione di matrici organiche. È finalizzato all’ottenimento di un gas ad elevato contenuto di metano noto con il nome di biometano. Il biometano ottenuto può essere convogliato in specifiche condotte e immesso nella rete nazionale, oppure può essere opportunatamente compresso e/o liquefatto per essere destinato al mercato dell’autotrazione.
Indipendentemente dagli utilizzi finali del biometano è necessario che il processo di upgrading sia efficiente, dai costi di gestione contenuti e certi e che fornisca un gas con elevato tenore di
metano.

La tecnologia che viene da noi adottata, consente di trattare volumi compresi tra 100 Nmc/h di biogas fino ad oltre 1000 Nmc/h.

I nostri impianti prevedono l’utilizzo di un liquido selettivo rigenerabile e brevettato (in grado di assorbire la CO2) che la Sistemi Energetici ha acquisito ed industrializzato.

Le basse pressioni e le basse temperature di esercizio necessarie alla nostra tecnologia consentono di ottenere costi energetici
contenuti ed inferiori rispetto ad altri processi.

Il liquido di processo selettivo è un prodotto eco-compatibile, che per sua natura non genera problematiche gestionali derivanti dal suo utilizzo.

La semplicità impiantistica, che si riflette in una facilità di installazione e di gestione, permette di ottenere elevati rendimenti in termini di metano prodotto. Tutto ciò comporta un’elevata redditività dell’investimento in un’ottica di un minore impatto sull’ambiente.

centrale a biomassa

Rignano Garganico Scalo (FG)
Tra le esperienze pregresse più significative, contiamo la progettazione per le autorizzazioni della Centrale a biomasse a ciclo Rankine, da 13 MW elettrici, nel sito di Rignano Garganico Scalo (FG), della società Enterra S.p.A., per un totale di 45 MW termici.

Biomassa Foggia Sistemi Energetici